Image logo

Gesù ritorna! Sei tu pronto?

A- A A+

3 La seconda guerra mondiale

(Anno 1939-45)

 

«Guardate il fico e tutti gli alberi; quando cominciano a germogliare, voi, guardando, riconoscete da voi stessi che l'estate è vicina» (Luca 21:29-30).

 

***


In questa profezia di Gesù constatiamo che Israele (il fico) e le nazioni (gli alberi) cominciano a germogliare contemporaneamente. Così è successo: a prescindere da Israele, in Africa e nel resto del mondo, le colonie ebbero la libertà. L'Inghilterra, la Francia ed altre nazioni persero il dominio su molti popoli della terra.

Tutto ciò accadde dopo e per effetto della seconda guerra mondiale e Gesù, nel Suo sermone profetico, lo aveva predetto.

 

Per giungere alla formazione di uno Stato ebraico occorreva che gli ebrei tornassero nella loro terra.

Prima della seconda guerra mondiale, c'erano 500.000 ebrei in Palestina. Ma in Europa nella guerra di Hitler, l'olocausto cadde sulle comunità ebraiche come un mantello di terrore e di disperazione. Sei milioni di ebrei furono sterminati. Hitler, ispirato da Satana, voleva la soluzione finale del problema ebraico: ossia li voleva uccidere tutti per evitare la nascita dello stato d'Israele, necessario al piano di Dio per la restaurazione della sua teocrazia.

Pertanto era necessario, ancora una volta, che la Germania di Hitler perdesse la guerra.

Dopo la seconda guerra mondiale, i superstiti dell'olocausto desideravano emigrare in Palestina. Ma bande di terroristi infestavano il paese in lotte continue tra arabi ed ebrei. L'opinione pubblica mondiale era a favore degli ebrei a motivo dell'olocausto e l'Inghilterra, non potendo più controllare la situazione, rimise il suo mandato alle Nazioni Unite. Così finì il protettorato inglese sulla Palestina, preludio all'adempimento di ulteriori profezie bibliche.

 

Pagina tratta dal libro - Sintesi di grandi avvenimenti del "Tempo della Fine" - di Giuseppe di Biagio

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna