Zoom

Current Zoom: 100%

Essere riempiti dello Spirito una volta o più volte

Una credenza popolare, soprattutto in ambito pentecostale, è che il segno iniziale del ricevere lo Spirito Santo è il parlare in altre lingue.

In seguito a questo, coloro che non parlano in altre lingue credono o sono visti come non aventi ancora ricevuto lo Spirito Santo. Il problema maggiore con questo, oltre a mettere nel dubbio certe persone, è che si vuole per forza parlare in altre lingue e si finisce per accettare qualcosa che non viene da Dio ma da demoni. L’invito a discernere gli spiriti nasce proprio dal fatto che certi spiriti possono farsi passare per lo Spirito Santo e bestemmiare mentre parlano in una lingua sconosciuta.

 

Come ogni volta che si è nell’errore ci saranno altri versetti che contradiranno la credenza sbagliata. Uno di questi lo si trova in Giovanni quando egli ci racconta come Gesù, già prima della Pentecoste, soffiò il Suo Spirito sui discepoli.

Giovanni 20:22 Detto questo, soffiò su di loro e disse: Ricevete lo Spirito Santo.

Dal racconto di Luca si capisce che riuniti insieme non erano solo i discepoli ma anche altri credenti. Essi dunque hanno ricevuto lo Spirito Santo per guidarli nei giorni seguenti, fino alla Pentecoste.

Luca 24:33 E, alzatisi in quello stesso momento, tornarono a Gerusalemme e trovarono riuniti gli undici e quelli che erano con loro

 

Affermare dunque che la Bibbia è mal tradotta e che Gesù parla al futuro dicendo “riceverete”, equivale a modificare la Parola di Dio affinché corrisponda alla propria dottrina!

Leggendo bene la Bibbia si capisce che ci sono due eventi distinti riguardo allo Spirito Santo: si parla di ricevere lo Spirito e si parla di essere ripieni dello Spirito. I passi sono tanti e leggendoli attentamente si capisce meglio la differenza.

 

Giovanni battista dice che Gesù battezzerà di Spirito e di fuoco, di Spirito e di potenza:

Matteo 3:11 Io vi battezzo con acqua, in vista del ravvedimento; ma colui che viene dopo di me è più forte di me, e io non sono degno di portargli i calzari; egli vi battezzerà con lo Spirito Santo e con il fuoco.

Luca 3:16 Giovanni rispose, dicendo a tutti: «Io vi battezzo in acqua; ma viene colui che è più forte di me, al quale io non sono degno di sciogliere il legaccio dei calzari. Egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco.

Gesù aveva già lo Spirito Santo dalla nascita ma si parla che dopo il suo battesimo era pieno (oppure ripieno) di Spirito Santo, oppure nella potenza dello Spirito

Luca 4:1 Gesù, pieno di Spirito Santo, ritornò dal Giordano, e fu condotto dallo Spirito nel deserto per quaranta giorni, dove era tentato dal diavolo.

Luca 4:14 Gesù, nella potenza dello Spirito, se ne tornò in Galilea; e la sua fama si sparse per tutta la regione.

Luca 24:49 Ed ecco io mando su di voi quello che il Padre mio ha promesso; ma voi, rimanete in questa città, finché siate rivestiti di potenza dall'alto».

 

Come Gesù Cristo, così anche noi abbiamo lo Spirito Santo dal momento della conversione ma dobbiamo poi prepararci fino al momento in cui saremo riempiti di potenza, fino al momento in cui potremo rappresentare il nostro Padre sulla terra.  Gesù ha aspettato, si è preparato poi, più tardi, dirà agli apostoli di non allontanarsi da Gerusalemme fino a quando saranno battezzati di Spirito Santo

Atti 1:5 Perché Giovanni battezzò sì con acqua, ma voi sarete battezzati in Spirito Santo fra non molti giorni».

poi spiega in cosa consisterà questo battesimo:

Atti 1:8 Ma riceverete potenza quando lo Spirito Santo verrà su di voi, e mi sarete testimoni in Gerusalemme, e in tutta la Giudea e Samaria, e fino all'estremità della terra».

 

Si parla pure altrove della dottrina dei battesimi (plurale)

Ebrei 6:1-2 Perciò, lasciando l'insegnamento elementare intorno a Cristo, tendiamo a quello superiore e non stiamo a porre di nuovo il fondamento del ravvedimento dalle opere morte e della fede in Dio, della dottrina dei battesimi, dell'imposizione delle mani, della risurrezione dei morti e del giudizio eterno.

e altrove di un solo battesimo (singolare)

Efesini 4:4-6 Vi è un corpo solo e un solo Spirito, come pure siete stati chiamati a una sola speranza, quella della vostra vocazione. V'è un solo Signore, una sola fede, un solo battesimo, un solo Dio e Padre di tutti, che è al di sopra di tutti, fra tutti e in tutti.

 

Anche qui si può dire che c’è contraddizione nella Bibbia oppure che essa è mal tradotta ma in realtà i battesimi (plurale) sono quelli di Spirito e di potenza, il battesimo solo (singolare) è quello in acqua o più precisamente è il battesimo di un solo e medesimo Spirito, anche se avviene in momenti diversi.

 

Ricapitoliamo dunque la differenza tra i battesimi di Spirito Santo:

1-     Ricevere lo Spirito

Tutti ricevono lo Spirito Santo quando credono. Non c’è nessuna manifestazione visibile, bisogna solo mettere in moto la fede e credere che lo si ha ricevuto.

Gioele 2:28 «Dopo questo, avverrà che io spargerò il mio Spirito su ogni persona: i vostri figli e le vostre figlie profetizzeranno, i vostri vecchi faranno dei sogni, i vostri giovani avranno delle visioni.

Atti 2:38-39 E Pietro a loro: «Ravvedetevi e ciascuno di voi sia battezzato nel nome di Gesù Cristo, per il perdono dei vostri peccati, e voi riceverete il dono dello Spirito Santo. Perché per voi è la promessa, per i vostri figli, e per tutti quelli che sono lontani, per quanti il Signore, nostro Dio, ne chiamerà».

Giovanni 14:16 e io pregherò il Padre, ed Egli vi darà un altro consolatore, perché stia con voi per sempre

1 Corinzi 3:16 Non sapete che siete il tempio di Dio e che lo Spirito di Dio abita in voi?

Romani 8:32 Colui che non ha risparmiato il proprio Figlio, ma lo ha dato per noi tutti, non ci donerà forse anche tutte le cose con lui?

Giovanni 3:34 Perché colui che Dio ha mandato dice le parole di Dio; Dio infatti non dà lo Spirito con misura.

Matteo 7:7 Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete; bussate e vi sarà aperto

Luca 11:9 Io altresì vi dico: chiedete con perseveranza, e vi sarà dato; cercate senza stancarvi, e troverete; bussate ripetutamente, e vi sarà aperto.

Luca 11:13 Se voi, dunque, che siete malvagi, sapete dare buoni doni ai vostri figli, quanto più il Padre celeste donerà lo Spirito Santo a coloro che glielo chiedono!»

Ebrei 11:1 Or la fede è certezza di cose che si sperano, dimostrazione di realtà che non si vedono.

Generalmente il verbo utilizzato per ricevere è lambano che in greco ha il senso attivo: non ricevere passivamente ma prendere, afferrare quello che si riceve. Dio dà ma sta a noi prendere, gratuitamente.

2-     Ricevere la potenza

Si parla dei segni miracolosi che accompagneranno quelli che avranno creduto.

Marco 16:17-18 Questi sono i segni che accompagneranno coloro che avranno creduto: nel nome mio scacceranno i demòni; parleranno in lingue nuove; prenderanno in mano dei serpenti; anche se berranno qualche veleno, non ne avranno alcun male; imporranno le mani agli ammalati ed essi guariranno».

Tra i segni miracolosi c’è il parlare in altre lingue o lingue nuove (non conosciute) ma pure quello di guarire gli ammalati, scacciare i demoni, ecc. Non per forza si ha soltanto il parlare in altre lingue ma questo segno può essere sostituito da altri, oppure può essere manifestato insieme ad altri.

Siccome a Pentecoste il segno era stato quello del parlare in altre lingue (associato al compito di andare verso tutte le nazioni), tale segno è avvenuto anche altre volte in seguito ma soltanto per far capire che altri (Cornelio, i pagani) potevano avere pure loro lo Spirito (in modo invisibile) e quindi veniva data anche una prova visibile.

Bisogna precisare che c’è pure una differenza tra il parlare in altre lingue (lingue di un’altro paese – da interpretare) e il parlare per mezzo dello Spirito (utilizzando il linguaggio del cielo). Il parlare in un’altra lingua è un miracolo, il parlare la lingua degli angeli non è un miracolo, lo si impara nello Spirito come si impara a parlare una lingua da fanciulli.

 

Una delle prove della differenza tra il ricevere lo Spirito Santo e essere ripieni dello Spirito Santo ce la dà Paolo:

Efesini 5:18 Non ubriacatevi! Il vino porta alla dissolutezza. Ma siate ricolmi di Spirito

Egli ci invita ad essere continuamente ripieni dello Spirito Santo, non che si può perdere lo Spirito, ma che non si è sempre ripieni di potenza ed è questo che bisogna chiedere, non per la nostra gloria ma per la gloria di Dio: manifestare la Sua potenza.

In Atti vediamo benissimo che coloro che avevano ricevuto lo Spirito Santo alla Pentecoste, chiedono di nuovo di essere ripieni dello Spirito ed allora si manifesta un segno miracoloso, come pure è successo tante altre volte.

Pentecoste:

Atti 2:4 Tutti furono riempiti di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue, come lo Spirito dava loro di esprimersi.

Più tardi:

Atti 4:31 Dopo che ebbero pregato, il luogo dove erano riuniti tremò; e tutti furono riempiti dello Spirito Santo, e annunciavano la Parola di Dio con franchezza.

 

Il problema attuale non è che certe persone non hanno ricevuto lo Spirito Santo ma piuttosto che certe persone parlano in lingue sotto l’influenza di altri spiriti (si può avere lo Spirito Santo e nello stesso tempo essere influenzati nella mente da cattivi spiriti, come si può amare Gesù e poi odiare il prossimo).

L’altro problema è che non ci si comporta secondo la volontà di Dio e perciò i segni miracolosi non accompagnano i credenti: spesso pure si pensa che i miracoli fanno parte di un’altra epoca e non si cerca nemmeno a manifestare la gloria di Dio.

I discepoli erano pronti alla Pentecoste : avevano lasciato tutto per Gesù, avevano capito il messaggio del pentimento (non solo pentirsi ma anche cambiare mentalità) e avevano vissuto con Gesù. Dopo la sua risurrezione sono strati istruiti 40 giorni sul regno di Dio. Alla Pentecoste erano molto più pronti di noi.

 

Capiamo bene il messaggio che ci è presentato nella Bibbia, riflettiamo e cambiamo quello che c’è da cambiare, lasciamo o prepariamoci a lasciar tutto per Gesù (famiglia, beni terreni, propria vita) e vedremo dei cambiamenti spettacolari nella nostra vita e nelle persone che ci circondano.

Matteo 10:37-39 Chi ama padre o madre più di me, non è degno di me; e chi ama figlio o figlia più di me, non è degno di me. Chi non prende la sua croce e non viene dietro a me, non è degno di me. Chi avrà trovato la sua vita la perderà; e chi avrà perduto la sua vita per causa mia, la troverà.

Matteo 16:24-25 Allora Gesù disse ai suoi discepoli: «Se uno vuol venire dietro a me, rinunci a se stesso, prenda la sua croce e mi segua. Perché chi vorrà salvare la sua vita, la perderà; ma chi avrà perduto la sua vita per amor mio, la troverà.

Luca 14:26-27 «Se uno viene a me e non odia suo padre, sua madre, la moglie, i figli, i fratelli, le sorelle e persino la sua propria vita, non può essere mio discepolo. E chi non porta la sua croce e non viene dietro a me, non può essere mio discepolo.

Commenti

Alcune affermazioni vengono dalla carne ti esorto a valutare i seguenti versetti: Tuttavia io vi dico la verità: è bene per voi che io me ne vada, PERCHE SE NON ME NE VADO , NON VERRA A VOI IL CONSOLATORE ; ma se me ne vado, io ve lo manderò. Ma quando verrà il Consolatore che vi manderò dal Padre, lo Spirito di verità che procede dal Padre mio, egli testimonierà di me.Perché Giovanni battezzò con acqua, ma voi sarete battezzati con lo Spirito Santo, fra non molti giorni». Ma voi riceverete potenza quando lo Spirito Santo verrà su di voi, e mi sarete testimoni in Gerusalemme e in tutta la Giudea, in Samaria e fino all'estremità della terra».Ma quando verrà lui, lo Spirito di verità, egli vi guiderà in ogni verità, perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutte le cose che ha udito e vi annunzierà le cose a venire. 14 Egli mi glorificherà, perché prenderà del mio e ve lo annunzierà. 15 Tutte le cose che il Padre ha sono mie; per questo ho detto che egli prenderà del mio e ve lo annunzierà.ma il Consolatore, lo Spirito Santo, che il Padre manderà nel mio nome, vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che vi ho detto.Infatti colui che Dio ha mandato, proferisce le parole di Dio, perché Dio non gli dà lo Spirito con misura. A tua disposizione loretto pace a te

Da loretto (non verificato)

Lo Spirito Santo era già sulla terra da quando é sceso su Gesù al battesimo e da quando spinse Gesù nel deserto.  Egli era pure presente in Giovanni Battista e in tante altre persone di cui si parla nell’Antico Testamento.

Luca 1:15 Perché sarà grande davanti al Signore. Non berrà né vino né bevande alcoliche, e sarà pieno di Spirito Santo fin dal grembo di sua madre

Luca 1:41 Appena Elisabetta udì il saluto di Maria, il bambino le balzò nel grembo; ed Elisabetta fu piena di Spirito Santo

Luca 1:67 Zaccaria, suo padre, fu pieno di Spirito Santo e profetizzò ...

Gesù poteva dunque benissimo darlo a chi voleva prima della Pentecoste.

Alla Pentecoste lo Spirito é solo stato sparlo su ogni persona che ha creduto secondo i passi seguenti:

Atti 2:17 "Avverrà negli ultimi giorni", dice Dio, "che io spanderò il mio Spirito sopra ogni persona; i vostri figli e le vostre figlie profetizzeranno, i vostri giovani avranno delle visioni, e i vostri vecchi sogneranno dei sogni.

Giovanni 7:38-39 Chi crede in me, come ha detto la Scrittura, fiumi d'acqua viva sgorgheranno dal suo seno». Disse questo dello Spirito, che dovevano ricevere quelli che avrebbero creduto in lui; lo Spirito, infatti, non era ancora stato dato, perché Gesù non era ancora glorificato.

 

Su questa pagina non approfondisco il momento in cui lo Spirito Santo é venuto ma invito a riflettere sulla differenza tra ricevere ed essere ripieni: quanti hanno ricevuto ma non sono più ripieni dello Spirito Santo ...

Efesini 5:18 ...siate ricolmi di Spirito

Cerchiamo di essere continuamente ripieni dello Spirito in modo da manifestarne i frutti piuttosto che contendere sul momento a partire del quale lo Spirito Santo é stato dato la prima volta.

Galati 5:22 Il frutto dello Spirito invece è amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mansuetudine, autocontrollo

Da garisma

Aggiungi un commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.